Chiusi in casa per il Covid-19

RIDOTTA ATTIVITA' FISICA ED ERRATE ABITUDINI ALIMENTARI

Poche semplici regole per evitare di mettere a repentaglio la nostra salute e soprattutto la salute dei più piccoli

Premessa.

La nostra quotidianità è stata forzatamente modificata affinché questo invisibile ma potentissimo nemico possa al più presto essere sconfitto. Abbiamo a nostra disposizione molte più ore nell’arco dell’intera giornata e, da quello che noi professionisti del settore (medici, biologi nutrizionisti, pediatri ecc.) stiamo osservando nelle famiglie dei nostri assistiti, è un modo rischioso di riempire questi cosiddetti spazi vuoti che il più delle volte, spinti dalla noia, dell’ansia e dallo stress portano dinanzi ai fornelli e alle dispense ormai stracolme di cibo acquistato senza una logica salutista.

Stiamo inevitabilmente boicottando ogni nostro tentativo per rimanere in salute. Se da un lato, l’inattività fisica diminuisce il nostro fabbisogno energetico, dall’altro con la rincorsa alla sperimentazione di nuove ricette di dolci e ogni ben di Dio, diamo a noi e soprattutto ai nostri piccoli un sovraccarico calorico che, nel momento in cui riusciremo ad uscire indenni da questa terribile pandemia ci presenterà il conto.

Allora cosa aspettiamo!

Approfittiamo di questo periodo per modificare al meglio anche la nostra routine alimentare e riportarla in armonia con la vita che stiamo facendo.

Bastano poche e semplici regole….

POCHE E SEMPLICI RACCOMANDAZIONI

1. Regalati un po’ di tempo di pura e sana adrenalina : le palestre sono chiuse ma ricordati che in casa si possono ritagliare dei piccoli angolini dove poter attivarsi con dei semplici esercizi. Ricordati che l’esercizio fisico oltre ad aiutarti a bruciare le calorie, aumenta i livelli di adrenalina e serotonina contribuendo al buonumore

2. Ricordati la famosa citazione « Una colazione da Re, un pranzo da Principe e una cena da Povero».

Rispettare i ritmi biologici è fondamentale quindi uno schema alimentare dovrebbe essere così rappresentato:

Colazione il 20% dove potranno essere favoriti gli zuccheri sotto forma di un buon dolce fatto in casa, una fetta di pane e marmellata o miele , della frutta o uno yogurt.

Spuntino il 5% una porzione di frutta fresca o secca e oleosa

Pranzo il 40% quindi il pasto più abbondante e soprattutto quello costituito da tutti i macronutrienti (carboidrati, proteine e grassi)

Merenda il 5%

Cena il 30% ovvero il pasto comunque completo ma sicuramente molto più leggero e semplice rispetto al pranzo.

3.Si alle sperimentazioni di nuove ricette ma usando il cervello e non la pancia!

Non è assolutamente sbagliato dedicarsi di più ai fornelli, lo si deve fare però non solo per colmare una mancanza ma soprattutto per ritrovare il piacere della cucina sana delle nostre nonne che, nonostante molto meno elaborata, richiede tempistiche molto più lunghe rispetto alla nostra, spesso fatta da pietanze già precotte e preconfezionate. Quindi via libera a zuppe e minestre, a pasta fatta in casa con grani non raffinati e a ricche scorpacciate di verdura e ortaggi, dando il via libera ad un pezzetto di dolce fatto con l’aiuto dei vostri piccoli semplicemente a colazione.

4. Pianificare la spesa senza sprechi. È ormai risaputo che fare la spesa senza prima preparare una lista, porta non solo all’acquisto spasmodico di cibi junk food , ovvero cibi a basso valore biologico meglio conosciuti come «cibi spazzatura» ma, anche ad acquistare inevitabilmente cibi che non servono alle reali necessità della famiglia, e che sempre più spesso vanno a finire nelle pattumiere. Ciò va a discapito sia delle nostre tasche ma soprattutto a discapito del nostro pianeta, poiché provocano un aumento dei livelli di inquinamento.

Quindi :

MAI FARE LA SPESA SENZA SAPERE CIO’ CHE IN REALTA’ SERVE

MAI FARLA A STOMACO VUOTO!

EVITARE DI ACQUISTARE CIBI PRONTI

CERCARE DI OTTIMIZZARE AL MEGLIO CIO’ CHE ABBIAMO GIA’ IN DISPENSA

USARE LA TECNOLOGIA CHE METTE A DISPOSIZIONE DELLE APP CHE PERMETTONO DI FARE LA SPESA COMODAMENTE DA CASA .

Post in evidenza
Post recenti