Mimosa off road-Metti fuori strada la violenza

Questo il titolo dell'incontro che si è svolto a Camigliatello Silano lo scorso 30 giugno , organizzato dalla FIF e dall'associazione Sila Club.

L'Associazione Insieme per crescere ha subito accolto l'invito di Antonella e Giancarlo Aquila ideatori del convegno , che ha avuto come tema un argomento tanto dibattuto quanto ancora misconosciuto : l'equità di genere nello sport come nel lavoro, l'inclusione sociale , il diritto alle pari opportunita'.

L'incontro ha offerto innumerevoli spunti di riflessione investigando realtà su cui troppo spesso siamo soliti stendere il velo dell'oblio.

Violenza sui minori, i dati della vergogna

Abuso e sfruttamento

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), circa 150 milioni di bambine e 73 milioni di bambini sotto i 18 anni sono stati vittime di episodi di violenza e sfruttamento sessuale.

Circa il 20% delle donne, e tra il 5% e il 10% degli uomini, hanno subito abusi sessuali da bambini. Gli studi mostrano che per un terzo delle adolescenti la prima esperienza sessuale è stato un atto forzato.

Ogni anno centinaia di migliaia di donne e ragazze vengono comprate e vendute come prostitute o ridotte in schiavitù sessuale.

Ogni anno migliaia di ragazzi e di ragazze sono reclutati in forze armate governative e gruppi ribelli, venendo così esposti ad un elevato rischio di violenza sessuale, fisica, psicologica ed emotiva

Ogni anno, tra 133 e 275 milioni di bambini sono testimoni di episodi di comportamento violento tra i propri genitori.

Studi effettuati in molti paesi suggeriscono che dall’80 al 98% dei bambini hanno ricevuto punizioni fisiche a casa, con un terzo o più che hanno subito punizioni fisiche gravi mediante l'uso di oggetti..........e tanto altro ancora

Cosa mettere in campo :

L’UNICEF ha individuato sette strategie, già collaudate, che possono aiutare a porre fine alla violenza contro i bambini:

promuovere comportamenti a sostegno della non-violenza

•rafforzare il sistema legislativo

•creare ambienti sicuri per i bambini

•dare sostegno ai genitori e a coloro che si prendono cura dei bambini

•aumentare il reddito familiare per ridurre la povertà

•rafforzare i servizi sociali

•assicurare ai bambini competenze utili per la vita.

Violenza sui minori, ecco i pediatri sentinella

Le forme di maltrattamento oggi conosciute sono infatti numerosissime e inizia ad esserci finalmente una maggiore consapevolezza del problema.

La formazione su questi temi è diventata indispensabile anche nelle forme diverse da quelle “tradizionali” delle violenze fisiche e degli abusi sessuali.

In ogni caso i bambini vittime di abusi, violenze e maltrattamenti, possono soffrire di importanti conseguenze immediate e tardive e vanno incontro a un maggior rischio di sviluppare problemi cognitivi, linguistici e sociali e di sviluppare da adulti disordini della personalità o fare abuso di sostanze.

Proprio perché la violenza cambia faccia e si nasconde sempre più spesso nelle pieghe della normalità, toccando tutte le classi sociali, nasce il progetto che punta ad una rete di pediatri “salvabimbi”, grazie ai nuovi corsi di formazione

“Lo sai che… Incontri sulla realtà degli abusi e dei maltrattamenti dell’infanzia”, organizzati con la Società Italiana di Pediatria (SIP) e la Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP).

Mille pediatri saranno allenati a riconoscere i segnali di difficoltà inespressi dell’infanzia e diventeranno così una “sentinella” del disagio dei minori, andando ad aggiungersi ad altrettanti medici già formati capaci di riconoscere prima i casi di abuso.

a presto.......................

Post in evidenza
Post recenti